Un Barolo scoppiettante

“Un vero e proprio fuoco d’artificio, ma non come potrebbe pensare chi già conosce i vini di Sergio Germano. Qui, più che la struttura, a farla da padroni sono i profumi che raggiungono ampiezze varietali come da tempo non mi capitava di incontrare. Splendida comunque anche la fusione strutturale, che garantisce beva ad un vino pur sempre esuberante specie nella fase alcolica. In beva.” – Alessandro Masnaghetti, Enogea, giugno/luglio 2009