Claude Papin : il vino e l’uomo

“Il vero vigneron ha bisogno di appassionati di vino formati, iniziati, capaci di resistere con il loro libero-arbitrio a delle campagne anti-vino o a delle mode più destabilizzanti che utili.

È la conoscenza degli uomini che fanno il vino, la conoscenza dei paesaggi di vigneti, la percezione condivisa dello spirito del vino che faranno la sopravivenza del vino, ma anche quella dell’uomo. Perché senza il vino, l’uomo è condannato a perdere la sua libertà, cioè la sua natura.”